Blog

Un ragazzo transgender vale tanto quanto un qualsiasi altro uomo, forse anche di più. Sapete perché? Un ragazzo transgender ogni mattina si lava i denti senza guardarsi allo specchio, per paura di dover affrontare il mostro di se stesso, quella sua parte che non gli appartiene e lo riduce ad un atomo di solitudine. Che poi alla fine succede, capita, che cede e si guarda e ogni giorno si odia un po’ di più. Ma alla fine indossa un binder, un paio di boxer per sentirsi un po’ più uomo, il suo sorriso migliore ed esce di casa, si chiude tutto alle spalle ed affronta la durezza del mondo, perché tutto fa male ma niente lo spaventa più. Un ragazzo transgender ha duemilaottocento cose per la testa e la maggior parte di queste sono modi per proteggere chi ama da se stesso e da quel suo mondo troppo incompreso che fa una paura cane. Un ragazzo transgender si preoccupa di tenere al sicuro suo madre, magari non facendo mai coming out per paura che la cattiveria del mondo possa spezzare il suo cuore. Un ragazzo transgender cerca di proteggere suo padre, anche se questo non l’ha mai protetto e anzi prova disgusto per lui. Perché per tutti, anche per un ragazzo trans, deludere un padre è una botta da cui non ci si sa riprendere. Un ragazzo transgender cerca di tenere al sicuro la persona che ama, forse non dichiarando mai il suo amore e amandola solo da lontano, forse tenendosi dentro tutti i mostri che ogni giorno lo divorano, perché troppo grandi per lei. Un ragazzo transgender è tutte queste cose qui, ma sopratutto un uomo come tutti gli altri.

Una stella non può morire per mano di qualcun altro, può solo autodistruggersi. A noi ragazzi trans bastano sei parole per cadere rovinosamente al suolo: NON SEI COME TUTTI GLI ALTRI.
Le parole sono lame taglienti, mani che ci soffocano, chiodi nei palmi che ci tengono imprigionati alla nostra perpetua condizione di non appartenenza.
E soffriamo non solo per il dramma di non sentirci mai abbastanza, mai all’altezza, mai la posto giusto nel mondo.
Il dolore più grande che ci piomba sulle spalle proviene dall’esterno, da quella transfobia dilagante che ci riduce ogni giorno come formiche che bruciano al sole. Diventiamo allora buchi neri di paura e solitudine, accartocciati su noi stessi come una super nova in attesa di un’esplosione. E non entra più niente, in noi. Nemmeno l’amore.
Per tutte le volte in cui mi sono sentito all’ultimo posto;
Per tutte le volte in cui mi sono dovuto infilare l’umiliazione tra le gambe come fosse la mia coda;
Per tutte le lacrime che ho versato perché mi avete fatto credere di valere meno di qualsiasi altro ragazzo,
nasce questo progetto, per dimostrare al mondo intero che un ragazzo trans può fare lo scrittore, il modello, l’astronauta o tutte le cose che vi vengono in mente.
Per dimostrare che un ragazzo trans può essere addirittura bello, perché è proprio come tutti gli altri.
Perché io e nessun altro debba più sentirsi dire:
“Sei un bel ragazzo, peccato tu sia trans.”
La mia risposta oggi è questa:
“SONO COME TUTTI GLI ALTRI“


Cosa stiamo facendo?


Con il progetto vogliamo dimostrare che tutti noi ragazzi transgender siamo uguali a tutti gli altri ragazzi.


Come lo stiamo facendo?


Vogliamo reinterpretare foto di personaggi famosi per far capire che un ragazzo transgeder può essere bello come un qualsiasi altro ragazzo e addirittura potrebbe fare l’attore come Leonardo Di Caprio o Cole Sprouse!
Se ti piace il nostro progetto, sostienici! Condividii nostri post e seguici su instagram. Ricambiamo con tanti cuoricini!


Elia https://www.instagram.com/elia.lien/
Roxanne https://www.instagram.com/01.82rox_/

Annunci

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora